venerdì 1 aprile 2016

ASPARAGO…MA CHI SEI?

ASPARAGO…sei tra gli ortaggi più attesi…come mai? J

L’asparago presenta una pianta a SESSI SEPARATI: ovvero, la pianta o è femmina o è maschio! Chiaramente c’è bisogno di entrambe per avere il nostro AMATO e, a questo, ci penseranno le laboriose api (e non solo)!

La parte commestibile si chiama TURIONE, ma è molto più romantico chiamarlo GERMOGLIO…d’altronde altro non è!

I germogli utilizzati in cucina possono essere BIANCHI o VERDI, dipende dal tipo di allevamento avvenuto: BIANCHI se fatti germogliare interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce), VERDI se fatti germogliare fuori suolo e, dunque, che hanno FOTOSINTETIZZATO (un po’ come SUPERCALIFRAGILISTICHESPIRALIDOSO J)!

L’asparago bianco, pertanto, avrà un sapore più dolce e delicato ed è molto apprezzato nell’Europa del Nord e nel Veneto. La tradizione mediterranea, invece, preferisce gli asparagi verdi, dal sapore più ricco e deciso…io mi accollo ai mediterranei…

L’asparago arriva dall’Asia (tanto per cambiare J) ed è mezzo parente dell’aglio…non si assomigliano molto tranne che….per la puzza che - poi - con ci abbandona!
Tutta colpa dell’asparagina (per l’asparago) e l’alliisina (per l’aglio)…del resto proprio “colpa” non è…questi due ortaggi sono dei veri e propri elisir della salute!

Ma torniamo all’amico ASPARAGO che, come ogni cosa bella…appare, ci fa innamorare e scompare dopo poco, perché Sì…la stagione dell’asparago è breve: durerà circa due mesi a partire da ora: APRILE (più o meno)!
Quindi, godiamocelo a più non posso!
Io, anche se allatto, non me lo voglio perdere…certo…non ne farò delle scorpacciate, ma non me ne voglio assolutamente privare!

A livello mondiale i maggiori produttori di asparagi sono Cina (sempre tanto per cambiare J ), Perù, Messico, Stati Uniti e Sudafrica; in Europa sono Spagna, Francia, Germania e Italia.

In Italia esistono diverse varietà pregiate di cui ricordo l’asparago bianco di Bassano del Grappa (Vicenza e comuni limitrofi), l’asparago bianco di Cimadolmo (Treviso), l’asparago verde di Altedo (zona compresa tra le provincie di Ferrara e Bologna) e l’asparago bianco di  Badoere (Veneto, coltivato in un'area compresa tra i corsi dei fiumi Sile e Dese).

Che dire delle sue proprietà benefiche? Ne ha una lista lunghissima…DIURETICO, ANTIOSSIDANTE, RICCO di FIBRE, RICCO di MINERALI (tra cui il POTASSIO) vado avanti? ANTI-INVECCHIAMENTO, ANTINFIAMMATORIO, ALLEATO del CUORE, ALLEATO del SANGUE eccetera eccetera eccetera….Ocio però…la regola è sempre la stessa, per tutte le cose: mai abusarne! Soprattutto per i soggetti allergici e con insufficienze renali!

Io amo questo GERMOGLIO…non tanto per questa lunga lista di benefici (che non è finita) ma perché è semplicemente BUONISSIMO ed in cucina ci si può sbizzarrire a più non posso… E voi? Come lo preparate?

BUON ASPARAGO!

uno.spicchio.di.melone

2 commenti:

  1. Bello e interessante questo post! Anche io adoro gli asparagi. Prediligo quelli di campo a quelli coltivati, li adoro in molti modi... ma una gustosa frittatina di asparagi e cipolotti mi fa passare anche il mio tanto odio per le uova! ^_^ Un bacio.
    Valentina

    RispondiElimina
  2. Ma daiii Raggio di sole, odi le uova? Anche mia mamma le odiava...invece io le amo tantissimo e comunque amo di più gli asparagi, come te! Ancora un grande bacione!

    RispondiElimina