giovedì 14 aprile 2016

CARCIOFO...MA CHI SEI???



Si chiama Cynara scolymus ed arriva dal bacino mediterraneo, quindi, non sopporta la mia terra: l’Emilia!

L’Italia è uno dei suoi maggiori produttori (Puglia, Lazio, Campania, Sicilia e Toscana) e le numerose varietà di carciofo si dividono in due grandi gruppi (di cui io indico solo le più conosciute a livello commerciale):

varietà autunnali-invernali:
il Catanese, coltivato in Puglia e Sicilia, privo di spine;
lo Spinoso sardo e lo Spinoso di Palermo, entrambi, appunto, spinosi;

varietà primaverili-autunnali:
 il Romanesco, detto anche MAMMOLA, coltivato in Campania e Lazio, non spinoso;
violetto di Toscana e Violetto di Chioggia, leggermente spinosi;
tondo di Paestum, tipicamente campano, non spinoso.


Del carciofo mangiamo il suo ricettacolo carnoso, detto CAPOLINO e sono note, ormai dall’antichità, le sue proprietà epato-protettive, toniche, diuretiche, digestive… e chi più ne ha più ne metta…

Per me è un ortaggio strepitoso, mi piace moltissimo mangiarlo crudo e cucinarlo in mille modi…
…ma voi? Come lo preferite?
uno.spicchio.di.melone

16 commenti:

  1. Grazie x queste preziose informazioni ^_^
    Felice pomeriggio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Consuelo, mi fanno un sacco piacere le tue visite!!!

      Elimina
  2. Articolo interessante, come del resto tutto il blog, carino e simpatico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonio, devo migliorare tantissimo! Il tuo è un blog stupendo! Buona serata!

      Elimina
  3. Buoni i carciofi sia crudi che cotti, anche se i miei lo vogliono di più cotto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andreea...boh? Io sono molto indecisa sai??? Mi viene da dire crudi...ma poi se penso a quelli cotti...mamma che fame! :-)

      Elimina
  4. Cara Irene, eccomi qui da te, prima di tutto i carciofi sono veramente spettacolari, sai la mia dolce metà li fa molto spesso per che sa che ha me piacciono tanto.
    Parlando del tuo blog ora è tutto in ordine, mi sono messo pure trai tuoi lettori ora siamo in 11, speriamo che altri si aggiungano!
    Vedo che tu vieni sempre nel mio blog dei premi, io gradirei se tu passassi tomaso-passatoepresente.blogspot.ch e che facessi come ho fatto, io cioè nei miei lettori.
    Ciao e buona serata cara amica, sempre con un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo Tomaso, ora vado a vedere subito e certo che mi aggiungo! Sì...piano piano provo ad organizzare tutto; è davvero "un lavoro" avere un blog...ci sono mille cosa da imparare! :-) Grazieeee!

      Elimina
  5. Ciao Irene, grazie mille per essere passata da me e complimenti per il tuo blog con tantissime ricette stuzzicanti e suggerimenti...
    A noi il carciofo piace moltissimo specie trifolato, mille grazie per tutte le informazioni che ci hai dato che non conoscevo, per non perderti mi unisco subito ai tuoi lettori...
    Buona serata:)
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Flora, grazie mille! Il mio blog è FRESCO FRESCO, devo migliorare in molte cose ed apprezzo il tuo incoraggiamento! Mi unisco anch'io molto volentieri al tuo blog! Un bacione
      Ps trifolati sono strepistosi, Si!

      Elimina
  6. Adoro alla follia i carciofi,li mangerei anche tutti i giorni e preparati nei modi più svariati possibili immaginabili!Li adoro tutti ma per lo spinoso sardo ho un debole...
    Un bacione e grazie infinite per l'interessantissimo post:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima...hai ragione, il carciofo sardo è meraviglioso! In Italia abbiamo una delizia dietro l'altra :-)

      Elimina
  7. Grazie Irene, un post molto interessante... mi piacciono molto i carciofi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passato!!! Un bacione! :-)

      Elimina
  8. Informazioni utilissime date in modo semplice e chiaro....Bravissima come sempre Irene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu sempre troppo gentile! Grazie Cristina! Ti auguro un buon venerdì!

      Elimina