mercoledì 21 dicembre 2016

TORTA MORBIDA di MELE SENZA BURRO

La TORTA MORBIDA di MELE SENZA BURRO è una torta buonissima, pienissima di mele e sofficissima nonostante sia senza burro.

Lo so, NATALE IS COMING, ma oggi avevo proprio voglia di torta di mele! Questa è una mia ricetta come dire...un po' storica...dopo diverse modifiche ho trovato davvero una buona combinazione e faccio sempre questa!

Infatti, questa torta è davvero buonissima e viene pappata all'istante sia dai grandi (anche grandi grandi tipo mio suocero) sia dai piccini (anche piccini piccini come Zeno che con i suoi due dentini si sgranocchia ormai tutto)!

E' una torta RICCHISSIMA di MELE, quindi è un po' povera di impasto (non è la classica ciambella di mele, per intenderci).

Non ho rinunciato alle uova, ma al burro sì. Quindi, questa torta di mele è una torta piena di energia, ma anche salutare che si presta molto bene per le vostre colazioni o per le merende dei vostri bimbi.

Quando penso alla TORTA DI MELE, collego in automatico la CANNELLA: una spezia che, secondo me, si sposa davvero molto bene con un frutto altrettanto profumato e dolce.

Anche voi adorate la cannella? E' anche ottima contro la ritenzione idrica (problemino di noi femminucce...mannaggia)! Ahah!

INGREDIENTI

65 g di farina di farro
60 g di farina Manitoba per dolci
220 g di zucchero di canna integrale
50 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 vasetto di yogurt bianco
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
3 uova
q.b. succo di limone
q.b. cannella in polvere
(almeno) 1 kg di mele sbucciate e private del torsolo (come varietà suggerisco le pink lady o le fuji)

PROCEDIMENTO

Lavate, sbucciate e tagliate a tocchetti (abbastanza grossi) le mele.

Se le mele sono BIO potete decidere anche di non sbucciarle!

Disponete i tocchetti di mela in una teglia da forno, bagnateli con un po’ di succo di limone, cospargete sopra 20 g di zucchero e spolverate di cannella (abbondante...se vi piace).

Separate gli albumi dai tuorli e montate a neve gli albumi.

In un altro contenitore, lavorate, aiutandovi con la frusta elettrica, i tuorli con il restante zucchero (200 g).

Aggiungete gli albumi montati a neve, le farine (setacciate), la fecola di patate (setacciata), il lievito, lo yogurt ed infine il cucchiaio d’olio.

Il composto risulterà omogeneo, liscio e morbido.



Versate il tutto nella teglia con le mele e mettete in forno preriscaldato a 200°C (MI RACCOMANDO, BEN CALDO) per circa 30/45 minuti

I tempi di cottura variano da forno a forno, io consiglio sempre la prova stecchino!



Buona TORTA DI MELE a tutti!
unospicchiodimelone

lunedì 19 dicembre 2016

PASSATELLI in BRODO di VERDURE

PASSATELLI in BRODO di VERDURE sono un piatto semplicissimo da fare, molto ricco e gustosissimo.

Piacciono a tutti...ma tutti veramente...ecco, forse ai vegani no poiché c'è il formaggio, ma sinceramente non conosco un'alternativa vegan valida al parmigiano reggiano.

Questa pasta fatta in casa è alla portata di tutti, anche di chi ha poca praticità! I passatelli sono saporitissimi, per questo li faccio in un buon brodo di verdure...anche questo fatto in casa, ovviamente!

Certo, i passatelli nel brodo di carne...beh...ci siamo già detti tutto! :-)

I passatelli in brodo appartengono alla tradizione romagnola, ma si sono ormai diffusi ovunque e, ovviamente, hanno anche preso altre versioni ma, sono sempre buonissimi!

Per esempio, i passatelli si possono fare anche asciutti, ottimi con il pesce e, in questo caso, bisognerà abbondare di più di pangrattato piuttosto che di parmigiano.

Vi parlo di questo piatto non solo perché piace tanto ai bimbi e perché è perfetto per i pranzi domenicali belli freddi, ma perché a Natale o Santo Stefano o per l'Epifania non può mancare! :-)

INGREDIENTI

uova
pangrattato
parmigiano reggiano
q.b. di noce moscata
q.b. di brodo di verdure (o di carne) Consiglio sempre abbondante brodo!

Si calcola 1 uovo a testa e, per ogni uovo, 40 g di pangrattato e 40 g di parmigiano reggiano.

La noce moscata la aggiungete a piacimento.



PROCEDIMENTO

Gli ingredienti sono pochi ed essenziali, per cui capite bene quanto sia facile fare i passatelli.

Mentre mettete a bollire il brodo (se non è salato lo salate) aggiungete in un contenitore le uova e le sbattete con la forchetta assieme alla noce moscata grattugiata.



Io non aggiungo il sale poiché è già presente nel pane e nel formaggio (vedrete, infatti, i passatelli sono molto saporiti).

Ora aggiungete il pangrattato e il parmigiano continuando a mescolare...direi...rigorosamente con le mani!

Lavorate bene l'impasto che sarà bello solido e formate una pallona.



Ora vi armate di SCHIACCIA PATATE però quello a gradazione più spessa.

Dividete la pallona in più parti e sistemate i pezzi dell'impasto, uno alla volta, all'interno dello schiaccia patate.


La lunghezza dei passatelli li decidete voi, comunque non troppo corti e non troppo lunghi.

Con l'aiuto di un coltello li tagliate alla base dello schiaccia patate facendo attenzione a non romperli e li adagiate su un vassoio rivestito da un panno asciutto.


In alternativa, potete anche fare i passatelli direttamente sul pentolone del brodo, così cadranno già dentro. Vedete voi...per le prime volte magari aiutatevi col vassoio!

I tempi di cottura sono ridottissimi, basteranno 5 minuti e, comunque, appena galleggiano i vostri passatelli sono pronti!

L'importante è che, quando mettete i passatelli dentro il brodo, il brodo sia ben caldo!

Benissimo! Ora non vi rimane che servire e papparvene almeno 2 piatti! :-)



Per questo che...io calcolo sempre 2 uova a testa...ahah!



Buona settimana del Natale a tutti! :-)

unospicchiodimelone

venerdì 16 dicembre 2016

BISCOTTI di NATALE – Con Farina di Farro e Senza Burro



I BISCOTTI di NATALE con Farina di Farro e Senza Burro sono dei biscotti perfetti per i regali homemade!

Quanto è bello regalare dei propri pensierini prodotti con tanto amore e con prodotti sani e genuini?

Inoltre, questi sono biscotti semplicissimi che potete tranquillamente fare insieme ai vostri bimbi! Loro si divertiranno un sacco...voi un po' meno...ahah! Ma d'altronde il Natale è dedicato a loro, dico bene? :-)

Io ed il mio bimbo Manuele li abbiamo fatti da appendere all'albero! E' carissimo vedere un albero pieno di bontà: dai biscotti alle caramelle di zucchero...queste sono le cose che mi fanno sentire il Natale vivo più che mai!

Come spesso faccio, ho utilizzato ingredienti light, ma che non mancano di gusto e bontà! :-)

INGREDIENTI (per circa 40/50 biscotti...dipende dalla dimensione degli stampini)

150 g di farina di farro
150 g di farina manitoba per dolci
100 g di zucchero di canna integrale
100 g di burro di soia
mezza busta di lievito per dolci
2 uova
un pizzico di sale

INGREDIENTI per DECORARLI

Tutto ciò che volete e che vi diverte! :-) Io e Manuele abbiamo scelto le caramelline, praline, M&M, corallini di zucchero tutti di colori diversi!

Potete anche decorarli con le fantastiche penne per decorare o utilizzare la pasta di zucchero!

PROCEDIMENTO

In un contenitore mescolate bene le uova con lo zucchero; aggiungete gradatamente e, sempre mescolando, il burro di soia, le farine setacciate, il lievito, il pizzico di sale.

Io mi aiuto con la spatola di silicone ma, se preferite, potete usare le fruste elettriche (almeno fino a ché non si solidifica il tutto troppo).

Una volta formatasi la PALLONA dell'impasto la sistemate in frigo e la lasciate riposare un'oretta!

Nel frattempo vi preparate gli stampini e tutto il materiale che volete utilizzare per guarnirli!

Ok, ora tirate fuori l'impasto dal frigo, vi armate di mattarello ed iniziate a tirare la pasta spargendo un po' di farina sul piano di lavoro...in modo che non vi si appiccichi la frolla!

Non tirate l'impasto troppo sottile, sennò rischiate di bruciarli!

Prendete gli stampini e iniziate a ritagliare i biscotti.



Noi abbiamo utilizzato gli stampini per appendere i biscotti all'albero! :-)

Accendete il forno così lo riscaldate bene a 200-220°C
.
Decorate a piacimento i biscotti.


Infornate per circa 15 minuti (o per lo meno finché non sono dorati).



Una volta raffreddati potete infiocchettarli e...o li appendete al vostro albero o...li regalate!


E per rendere ancora più semplice ma d'effetto il regalo homemade vi basterà sistemarli all'interno di una bella scatola natalizia!


I biscotti mi ricordano un sacco il Natale e...ormai...il Natale è alle porte!



Buon BISCOTTO NATALIZIO a TUTTI!

unospicchiodimelone

martedì 13 dicembre 2016

DADOLATA di ZUCCA e PATATE al FORNO – Con KETCHUP al TARTUFO


La DADOLATA di ZUCCA e PATATE al FORNO con il KETCHUP al TARTUFO è un contorno semplicissimo da fare e davvero sfiziosissimo!

Stiamo tutti pensando a cosa portare in tavola per le feste natalizie; ogni anno vorremmo stupire i nostri ospiti con ricette nuove, ma allo stesso tempo senza la paura di poter sfigurare!

Ecco, questa dadolata di zucca e patate è quello che fa per voi!

Un contorno facile, che piace a grandi a piccini ed accompagnato da un ketchup GRANDIOSAMENTE buono il ketchup al tartufo dell'Azienda URBANI TARTUFI.


Vi avevo già parlato di questa Azienda, ricordate? Sì, perché provai un altro loro favoloso prodotto: il SALE AROMATIZZATO AL TARTUFO BIANCO in questa RICETTA da leccarsi i baffi!

La zucca e le patate sono ortaggi tipici autunno-invernali che si prestano per un sacco di ricette salutari e gustose! Non perdetevi questa versione al forno semplicissima, ma allo stesso tempo ricca di sapore, profumo e gusto!

INGREDIENTI

patate (io amo quelle con la buccia rossa e la polpa gialla sempre e comunque)
zucca delica (è la zucca con la buccia verde e la polpa arancissima)
erbe aromatiche (rosmarino, salvia, timo)
qualche spicchio d'aglio
q.b. di sale grosso
q.b. di olio extra vergine d'oliva
ketchup al tartufo “Urbani tartufi

PROCEDIMENTO

Niente di più facile! Accendete il forno a 200-220°C così lo riscaldate per bene ed iniziate a spelare, lavare e tagliare a DADI le patate.



Prendete una teglia (capiente o meno, dipende da quante verdure metterete), aggiungete la dadolata di patate e le mescolate con olio, sale grosso, qualche spicchio d'aglio e le erbe aromatiche.




 N.B. Se avete la possibilità di usare le erbe aromatiche fresche sarebbe il TOP; io, fortunatamente, le ho ancora belle lussureggianti in balcone...nonostante la nebbia! :-) Quindi, vi basterà lavarle ed aggiungerle.
In alternativa, le potete acquistare oppure potete usare quelle essiccate.

Poiché la patata necessita di un maggiore tempo di cottura, iniziate a cuocerle in forno per circa 15 minuti...giusto il tempo che vi occorre per tagliare a DADI la zucca dopo averla spelata e lavata!

Quindi, tirate fuori dal forno la teglia con le patate ed aggiungete la zucca; proseguite la cottura per un'altra mezzora abbondante.


 N.B. Il tempo di cottura varierà dal tipo di patata e zucca che avete utilizzato e dalla grandezza dei vostri DADI :-)



Appena vedete la zucca e le patate belle dorate potete spegnere il forno e servire BELLE CALDE con il KETCHUP al TARTUFO, sentire che trionfo di profumi e di sapori! :-)




Buona DADOLATA di ZUCCA e PATATE al TARTUFO a tutti!


unospicchiodimelone

sabato 10 dicembre 2016

INSALATA di ARANCE e POMPELMO – Colorata e ricchissima di VITAMINE


L'INSALATA di ARANCE e POMPELMO è colorata e ricchissima di VITAMINE! E non solo! E' anche buonissima, fresca e depurativa!

E' un'insalata che si presenta davvero moooolto bene...quindi, capite anche voi, che è perfetta da portare in tavola per le feste natalizie!

Sapete anche che, quando posso, cerco di unire l'utile al dilettevole...si dice così?

Insomma...mi piace portare in tavola anche il benessere ed i prodotti si stagione.

Non sto qui a ribadirvi il fatto di quanta vitamina C contengano le arance e i pompelmi! Lo sapete, però, che l'azione meccanica...tipo della spremuta...”uccide” quasi tutta la vitamina C di questi frutti???

Purtroppo sì! Ed è per questo è meglio utilizzare, per fare i succhi, l'ESTRATTORE poiché ha un'estrazione a freddo.

Per la massima assimilazione della vitamina C (e, dunque delle vitamine in genere) è sempre meglio mangiare il frutto fresco, magari bio.

E' comprensibile, quindi, quanto sia importante portare in tavola questa insalata: ricca, colorata e benefica al TOP! :-)

Non solo per l'arancia ed il pompelmo, ma anche per il MELOGRANO (altro frutto preziosissimo per il benessere del nostro organismo) ed il FINOCCHIO (grazie alle sue pregiatissime proprietà digestive).

Inoltre, avete mai provato il connubio ARANCE (e/o POMPELMI) con l'ACETO BALSAMICO??? Da svenimento!!! GIURO!

INGREDIENTI

1 arancia
1 pompelmo rosa
1 finocchio maschio (ovvero più basso e cicciotto)
q.b. di semi di melograno
q.b. di olio extravergine d'oliva
q.b. di aceto balsamico di Modena
q.b. di semi di papavero
1 micro pizzico di sale!

PROCEDIMENTO

Moooolto facile! Basterà sbucciare a vivo le arance ed i pompelmi, tagliarli a fette e posizionarli (se volete) in modo cromatico su un piatto.



Lavate e tagliate a julienne il finocchio (se avete la mandolina tanto meglio).

Aggiungete i chicchi si melograno io ho sempre in frigo un melograno sgranato, così è già pronto per i vari utilizzi: merenda con lo yogurt, varie insalate, con la BIETOLA :-)



Condite a piacimento, ma....RIBADISCO il fatto di non dimenticare l'aceto balsamico: con questi agrumi ci sta veramente veramente bene...inoltre, vi ridurrà l'utilizzo del sale! :-)

E non dimenticatevi nemmeno i SEMI DI PAPAVERO...un altro tocco in più davvero carino! 



Insomma, se state pesando a quale contorno portare per le feste natalizie...questa non fatevela proprio scappare!!!


Buon CONTORNO NATALIZIO a tutti!

unospicchiodimelone

giovedì 8 dicembre 2016

TORTA SALATA ad ALBERO DI NATALE – VEGETARIANA

 La TORTA SALATA ad ALBERO DI NATALE VEGETARIANA è una torta salata perfetta...anzi...perfettissima da presentare a Natale!

Peccato che io non l'abbia fatta troppo perfetta... :-)

Però era la prima volta che la facevo! Dunque, se anche per voi sarebbe la prima volta, vi interesserà sapere i miei piccoli errori...così voi non li farete!

...Errori che poi ho rimediato...e vi spiegherò anche i miei TRUCCHETTI per ridurli al minimo!

Vi parlo di questa torta salata non solo per la sua presentabilità natalizia, ma anche perché è buonissima!

O meglio, gli ingredienti che ho utilizzato l'hanno resa SFIZIOSISSIMA e alla portata di tutti...perché diciamocelo...chi è che non avrà un vegetariano a tavola per le feste????

Quindi, questa torta salata ad albero di Natale vegetariana farà felici tutti (...quasi*) e, inoltre, porterete in tavola delle verdure di stagione (e, tra l'altro, molto salutari).

* Se avete (o se siete) vegani è necessario sostituire il formaggio. Come surrogato potreste usare il tofu: dopo averlo saltato in padella con olio e sale lo riducete ad una crema.

La cicoria, i broccoli ed i cavoli sono verdure tipiche del periodo invernali e, come ci siamo già detti più volte, sono estremamente salutari: depurative al massimo!

Cosa aspettate? Andate immediatamente a comprare due rotoli di pasta sfoglia! Oppure se siete brave...la fate voi! :-)

INGREDIENTI

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari
50 grammi di formaggio a fette
1 cespo di cicoria non troppo grande
qualche cima di broccolo e di cavolfiore
qualche spicchio d'aglio
q.b. di sale grosso
q.b. di olio extra vergine d'oliva
q.b. di semi di girasole e di papavero

PROCEDIMENTO

Iniziate con saltare in padella con olio, sale grosso e qualche spicco d'aglio la cicoria lavata e tagliata a pezzetti.



Mescolate accuratamente e, se vedete che inizia a BRUCCIACCHIARSI, aggiungete un mezzo bicchiere d'acqua.

Dopo circa 15 minuti spegnete il fuoco. In contemporanea, saltate in padella nello stesso modo anche le cime del cavolfiore e dei broccoli. Anche per queste verdure occorreranno circa 15 minuti.

In generale, le verdure tenetele un po' croccanti: andranno in forno, quindi, la cottura continuerà anche dopo.

Ora stendete il primo rotolo, lo farcite col formaggio facendo la sagoma dell'albero. Aggiungete la cicoria e l'altro rotolo di pasta sfoglia.

Ora, col coltello, vi ritagliate la forma d'albero di Natale.

Con la pasta che vi avanza vi fate un bel rotolo con la pellicola e la sistemate in frigo, così la riutilizzerete (magari per fare dei salatini).

Ora dovete ritagliare le strisce e fare i riccioli...e QUI CASCA L'ASINO! :-) Ho fatto il tronco SBILENCO e la PUNTA...non ne parliamo!

Vi dico questo, appunto, per farvi evitare di ripetere i miei stessi errori! :-)

In figura, comunque, sono mostrati tutti i passaggi!


Ma vediamo un po': COME HO RIMEDIATO AGLI ERRORI??? Con i cavoli e i broccoli (che vogliono essere le nostre palle di Natale) sono andata a RICOPRIRE gli errori...li ho utilizzati non solo come palle, appunto, ma anche come PEZZE!

Una volta cotta, la torta salata ad albero risulta molto meno FALLATA rispetto a quando era cruda...insomma...SI FA SI FA! Inoltre, vi ripeto, E' BUONISSIMA...MICA UN PARTICOLARE DA POCO VERO???

E...altra cosa...a farla mi sono proprio divertita! :-)

Prima di infornarla aggiungete anche qualche seme: io ho scelto i semi di girasole e di papavero! Ottimi! :-)


Il forno dovrà essere ben caldo (200-220°C) e la torta salata sarà pronta quando sarà dorata (circa dopo 20-30 minuti).



Buona torta salata a tutti...natalizia o meno...fallata o meno! :-) E...VIVA GLI ERRORI...perché è proprio grazie ad essi che impariamo un sacco di cose! L'importante è NON PERSEVERARE...dico bene? :-)

unospicchiodimelone!

domenica 4 dicembre 2016

CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI – Un gustoso pensiero di Natale


I CIOCCOLATINI di ALCHECHENGI sono un gustoso...gustosissimo pensiero di Natale!

Non solo, possono essere anche un ottimo dessert di fine pasto: fresco, sfizioso e non troppo pesante...dato che, come dire, per le feste ci abbufferemo tutti per benino! :-)

Inoltre, si presentano bene...che ne dite? Non sarebbero un bel centro tavola? :-)



ALCHECHENGIO...MA CHI SEI??? E' un frutto fantastico dalla forma colorata e bizzarra! Appartiene alla famiglia delle Solanaceae...ebbene sì! E' un cugino dei pomodori, peperoni, melanzane e compagnia bella! Ahah! E' chi l'avrebbe mai detto???



Beh...se ci si guarda per bene in effetti la BACCA dell'alchechengio ricorda molto quella di un pomodorino...è anche piena di semini!

Il sapore, infatti, è acidulo con un retrogusto dolciastro.

Gli alchechengi sono, dunque, perfetti da abbinare al cioccolato!

Questi frutti sono, inoltre, ricchissimi di vitamina C e sono un forte diuretico! Come ogni cosa, però mi raccomando...non ne mangiate 250.000...come sta facendo in questo momento mia cognata...ahah!

Sì...questo è il pensierino di Natale per mia cognata...lei li adora! :-)

Farli è facilissimo e l'effetto finale...è meraviglioso...vedrete...STRABILIERETE TUTTI! :-)

INGREDIENTI

circa 50 alchechengi 
circa 80 g di cioccolato fondente (se possibile miscelate due cioccolate di 2 ditte diverse...ma di qualità, mi raccomando!) :-)



PROCEDIMENTO

Niente di più facile! Basterà sciogliere a bagnomaria la cioccolata e, nel frattempo, PRILLATE le foglie degli alchechengi AHAH! Ovvero girate le foglie all'indietro e le arricciate!



Facile no? :-) Ed anche veloce!!!

Preparate un vassoio rivestito con della carta da forno e, una volta sciolta la cioccolata, TOCCIATE gli alchechengi. Li disponete sul vassoio ed, infine, in frigorifero fino al consumo...o fino alla DESTINAZIONE REGALO.



 Se dovete regalarli, vi consiglio di sistemarli dentro un vasetto e addobbarli con un fiocco...l'effetto sarà davvero stupendo! :-)



 Se i DESTINATARI non se li pappano subito dite loro di rimetterli in frigo sennò la cioccolata si scioglie! :-)

A presto...con altre idee natalizie! :-)

Buon ALCHECHENGIO a tutti!


unospicchiodimelone!

sabato 3 dicembre 2016

POLPETTE MERLUZZO e BROCCOLETTI - Il finger food delle feste natalizie

 Le POLPETTE MERLUZZO e BROCCOLETTI sono un ottimo finger food da portare sulla tavola per le feste natalizie...magari per la Vigilia di Natale...dipende dai vostri usi e costumi!

Sicuramente è uno STUZZICHINO sfiziosissimo che si presta bene in tutte le occasioni...anche, per esempio, per far mangiare pesce ai bambini!

I miei due monelli vanno matti per queste polpette...anche Zeno, di 10 mesi!

Con le polpette è impossibile sbagliare...anche quando sono piene di verdure, come queste! Ho scelto di aggiungerci dei broccoli e COMPANY: cavoli di Bruxelles e cavolfiore.

Le brassiche sono tra gli ortaggi più complicati da dare ai bambini, ma nelle polpette nessuno batterà ciglio...garantito! Ahah!

Anche il merluzzo è perfetto in polpetta in quanto è un pesce molto ricco di proprietà, ma povero di sapore!

Insomma, un bel piatto, qualche addobbo e tutto, a Natale, diventa magico! L'importante è stare insieme!

INGREDIENTI

300 g di merluzzo cotto
300 g di broccoletti, cavoli di Bruxelles, cavolfiore ecc. (i parenti, insomma AHAH) lessati
100 g di pangrattato
50 g di parmigiano reggiano grattugiato
1 uovo

PROCEDIMENTO

Il merluzzo io l'ho semplicemente cotto in forno con un filo d'olio e di concentrato di pomodoro (per dare sapore), ma voi potete anche cuocerlo in padella con qualche odore ed un pizzico di sale.

I broccoletti e parenti (fa anche rima) li ho lessati in padella con un filo d'acqua e un pizzico di sale; se avete modo di cuocerli al vapore sarebbe il top!




 Il "bello" delle polpette è che, a farle, si fa prestissimo: basterà prendere un contenitore, aggiungere tutti gli ingredienti e mescolare bene.

N.B. L'uovo, prima, sbattetelo a parte con l'aiuto di una forchetta.



Una volta formata la PALLONA potete iniziare a formare le polpette ed adagiarle su una teglia da forno.




Nel frattempo, mi raccomando, avrete già acceso il forno a 200-220°C.



Infornate e, dopo circa 20-30 minuti al massimo saranno belle dorate!




Non vi rimane che servirle su un bel vassoio e papparvene almeno 5 solo per aver fatto questa mossa! Ahah!



Buona polpetta di merluzzo, broccoli (e parenti vari) a tutti! :-)

P.s. Questa ricetta la trovate anche sul favoloso blog di UCOOKI cliccando QUI troverete anche altre interessantissime ricette!





unospicchiodimelone