mercoledì 22 gennaio 2020

CROSTONE con SALAME SPIANATA PICCANTE CLAI SQUACQUERONE di ROMAGNA DOP e CARDO DOLCE di CERVIA


Il CROSTONE con SALAME SPIANATA PICCANTE CLAI, SQUACQUERONE di ROMAGNA DOP e CARDO DOLCE di CERVIA è un antipasto che racchiude TERRITORIO, CONSAPEVOLEZZA e…beh, ovviamente bontà.

TERRITORIO poiché gli ingredienti principali di questo piatto non sono “troppo distanti da me”…il CHILOMETRO ZERO è assicurato, insomma. :-)

La COOPERATIVA CLAI, lo SCQUAQUERONE ed il CARDO DOLCE di CERVIA sono assolutamente prodotti ROMAGNOLI.

CONSAPEVOLEZZA per vari motivi. Partiamo dal CARDO DOLCE di CERVIA, un ecotipo locale, coltivato e valorizzato dal paese attraverso Sagre e Vendite del CARDO in tutti i banchi dell’ortofrutta della zona.


Il CARDO è un parente del CARCIOFO…lo ricorda un po’ come sapore e, sempre come il carciofo, è un ortaggio DETOX che apporta un sacco di benefici al nostro fegato.


LO SQUACQUERONE DOP di ROMAGNA è un formaggio morbido, simile allo stracchino ma meno acido e certamente più morbido…lo avrete sicuramente mangiato nella piadina se, almeno una volta, siete passati per la Romagna. :-)

Mi collego con il fatto della CONSAPEVOLEZZA poiché ho scelto un prodotto DOP, quindi un prodotto in cui TUTTE le SUE FASI di PROCESSO avvengono all’interno di un’area ben precisa e definita (in questo caso la Romagna).


Con il SALAME SPIANATA CLAI SALUMI…beh, qui potrei parlare (anzi scrivere) per ore sul collegamento con la CONSAPEVOLEZZA.

Vi ricordate che ad ottobre partecipai al DISCOVERY CLAI? Ecco, in quella occasione ho potuto conoscere ancora più a fondo questa cooperativa che, oltre a mantenere altissimi i livelli tecnologici e qualitativi all’interno dello stabilimento di lavorazione, ha dei PRINCIPI molto validi.

PRINCIPI come VALORIZZARE il TERRITORIO, valorizzare il PROPRIO PERSONALE (scelto e professionale) e di effettuare BENEFICENZE importanti come ad una CASA di CURA nell’imolese, il BANCO ALIMENTARE ed essere SPONSOR di una squadra di pallavolo femminile.

Insomma, quando mangio i PRODOTTI CLAI, ora che so tutte queste cose, sono molto più felice. Lo sono perché ho la consapevolezza di aver scelto prodotti validi che danno un giro giusto all’economia.

Vi lascio QUI il link per andare a sbirciare cosa fa e cosa ha CLAI  

Detto questo PASSIAMO alla RICETTA, semplicissima ma assolutamente DELIZIOSA.


INGREDIENTI per 2 crostoni

2 fette di pane tagliato spesso (possibilmente PANE con farina di grani antichi o di farine non raffinate)
2 o 3 foglie di CARDO DOLCE di CERVIA
4 fette di SALAME SPIANATA PICCANTE CLAI
50 g di SQUACQUERONE Di ROMAGNA DOP
q.b. di sale (magari sempre di CERVIA)
q.b. di olio extra vergine di oliva
q.b. di julienne di VERDURE per decorare

PROCEDIMENTO

In una padella saltate con olio e sale grosso il CARDO BIANCO di CERVIA (così rimane bello croccante).


N.B. c’è chi toglie la prima buccia al cardo…io la mantengo ma se volete renderlo ancora più morbido allora vi consiglio di toglierla.

Mettete le due fette di pane a tostare qualche minuto.

Farcite con lo SQUACQUERONE, le fette di SALAME SPIANATA ed il CARDO saltato in padella tagliato sottile.


Per rendere il piatto più colorato potete decorare con julienne di verdure.

Ecco che il vostro crostone è pronto per essere servito e gustato…il piccante del SALAME SPIANATA andrà ad amalgamarsi con la dolcezza del CARDO e la morbidezza dello SQUCQUERONE…sentirete che bontà!


Buona RICETTA CONSAPEVOLE a tutti!

UnoSpicchioDiMelone

giovedì 9 gennaio 2020

TORTA ROVESCIATA all’ ANANAS con FRUTTA SCIROPPATA e SECCA – SENZA BURRO e SENZA LATTOSIO



La TORTA ROVESCIATA all’ANANAS è davvero un classico dalla bontà INESAURIBILE.

Io, aggiungo anche FRUTTA SECCA ed altra FRUTTA SCIROPPATA come, in questo caso, le ALBICOCCHE.

Ho usato le ALBICOCCHE perché avevo albicocche in casa, ma è ottima anche con le PERE sciroppate.

Come FRUTTA SECCA consiglio assolutamente le NOCI, ma anche i PINOLI e qualche mandorla spelata. Comunque, anche in questo caso, vi suggerisco di utilizzare la frutta secca che avete in casa.

Un passaggio importante nella realizzazione di questa TORTA ROVESCIATA è caramellare la frutta.


Ovviamente, essendo FRUTTA sciroppata, non andiamo ad aggiungere troppo zucchero.

Se, invece, vi ritrovaste ad utilizzare FRUTTA FRESCA allora aggiungete qualche cucchiaio in più di zucchero.

Come zucchero io uso sempre lo ZUCCHERO di CANNA INTEGRALE, renderà tutto un po’ più scuro ma è davvero buonissimo.

Anche se la TORTA ROVESCIATA all’ ANANAS con FRUTTA SCIROPPATA e SECCA: E’ SENZA BURRO e SENZA LATTOSIO, sarà morbidissima e perfetta per le vostre COLAZIONI o MERENDE light.


INGREDIENTI

1 vasetto di albicocche (o altra frutta) sciroppata
1 vasetto di ananas sciroppata
50 g di frutta secca mista (noci, pinoli, mandorle, ecc.)
3 uova
65 g di farina di farro o di grani antichi
60 g di farina Manitoba per dolci
180 g di zucchero di canna integrale per l’impasto
20 g di zucchero di canna integrale per caramellare
50 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 bicchiere di SCIROPPO della frutta sciroppata (quindi, quando la scolate, non buttate il liquido).



PROCEDIMENTO

Prendete la FRUTTA SCIROPPATA e scolatela dal loro liquido, però non buttatelo ma CONSERVATELO…un pochino lo andrete ad aggiungere all’impasto.



Ora CARAMELLATE la frutta sciroppata, quindi la disponete su una teglia antiaderente, aggiungete qualche cucchiaio di zucchero e lasciate cuocere per circa 10 minuti.


 La frutta sciroppata sarà caramellata quando la vedrete priva di acqua e con quel favoloso strato “zuccheroso” in superficie.

Lasciate raffreddare.

In un pentolino, sempre antiaderente, tostate per qualche minuto la FRUTTA SECCA. Lasciate raffreddare anche questa.

Ora prendete due bowl e separate i tuorli dagli albumi.


Montate a neve gli albumi.

Prendete la bowl con i tuorli ed aggiungete lo zucchero; mescolate bene e, sempre mescolando, aggiungete GRADATAMENTE tutti gli altri ingredienti compreso gli ALBUMI montati a neve.

Mescolate bene ottenendo un impasto omogeneo, morbido ma non liquido.


 Prendete una TEGLIA antiaderente oppure mettete uno strato di carta da forno.


 Disponete la frutta caramellata e secca ed aggiungete l’impasto.


Infornate (forno ben caldo a 200°C) per circa 20-30 minuti.

N.B. La cottura varia tantissimo da FORNO A FORNO; per esempio il mio forno nuovo scalda molto e devo stare attenta a non bruciare la superficie. Inoltre, sto provando la funzione “ventilato” e mi sembra vada meglio.


Appena sarà pronta (fate sempre la prova stecchino) lasciatela raffreddare una ventina di minuti e, con l’aiuto di un piatto grande, ROVESCIATELA.


Ecco che la TORTA ROVESCIATA all’ ANANAS con FRUTTA SCIROPPATA e SECCA è pronta per essere gustata!


Non mi rimane che augurare a TUTTI…buona TORTA all’ANANAS…rovesciata! :-)

unospicchiodimelone

martedì 3 dicembre 2019

ZUCCA in AGRODOLCE con ACETO di MELE e PEPERONCINO


La ZUCCA in AGRODOLCE con ACETO di MELE e PEPERONCINO è davvero un condimento speciale.


Un contorno sempliceveloce da preparare e davvero gustoso da condividere a tavola.

La ZUCCA in AGRODOLCE può essere un ottimo piatto da proporre tra le portate natalizie.

E’ importante, per la meglio realizzazione di questa ricetta, avere una BUONA ZUCCA.

Vi ricordate, or dunque, il POST che feci su “COME SCEGLIERE la GIUSTA ZUCCA ed UTILIZZARLA al meglio in cucina?

Se non ve lo ricordate vi lascio QUI il link per andare a leggere quei piccoli trucchetti che possono davvero cambiarvi la risoluzione della ricetta.

Una cosa è certa…come ZUCCA scelgo la DELICA, quella dalla buccia verde e dalla polpa soda arancio e DOLCISSIMA.



INGREDIENTI (per 4-6 persone)

1 ZUCCA DELICA
2 litri di acqua
1 bicchiere di aceto di mele
q.b. di sale grosso
q.b. di peperoncino
q.b. di olio extravergine d’oliva

PROCEDIMENTO

Lavate la zucca grattando bene la buccia con un spugna che si possa utilizzare per gli alimenti (esistono in commercio quelle "alimentari").

Mettete a bollire l’acqua e salate LEGGERMENTE con sale grosso (tanto ad aggiungere il sale si fa sempre in tempo)

Nel frattempo tagliate la zucca in più parti ovviamente privandola del picciolo e dei semi.


Una volta ricavati degli spicchi tagliate la zucca sottile; potete anche aiutarvi con l’utilizzo di una mandolina.

Mettete le fette sottili di zucca (A SCALARE*) a bollire leggermente. BASTANO 3 minuti. Con una RAMINA prendete le fette di zucca e mettetele a scolare in un colino.


* ovvero non aggiungete alla pentola con l’acqua bollente tutti le fette di zucca, ma aggiungetele gradatamente in modo da unificare la cottura.

Distendete le fette di zucca su un bel piatto e condite con OLIO e PEPERONCINO.


Se manca di sale, correggete. Se vi piace il PEPE potete aggiungere anche questa spezia.


Non mi rimane che augurarvi…una BUONA ZUCCA IN AGRODOLCE a TUTTI!
UnoSpicchioDiMelone

mercoledì 20 novembre 2019

PERE COTTE in PENTOLA al VINO ROSSO – senza zucchero



Le PERE COTTE in PENTOLA al VINO ROSSO sono una vera favola…anche perché formeranno una GLASSA al VINO ROSSO niente MALE e sono SENZA ZUCCHERO aggiunto.

Una ricetta semplicissima, ma anche elegante e…perché no, con un certo fascino innovativo.

Come PERA vi suggerisco la DECANA…le conoscete? E’ una PERA PREGIATISSIMA, largamente coltivata in EMILIA ROMAGNA.


E’ ottima per il consumo fresco ma io la adoro anche cotta; in alternativa potete utilizzare la KAISER o la CONFERENCE.

Le PERE KAISER le riconoscete dalla RUGGINOSITA’ della buccia di color marrone; invece le PERE CONFERENCE sono anch’esse rugginose ma hanno una buccia più verdastra.

Le PERE DECANA sono più cicciotte…hanno MENO la forma piriforme, per intenderci e hanno una facciata rossiccia.

La PERA è un frutto molto versatile in cucina; non a caso c’è il detto “non dire al contadino quanto è buono il formaggio con le pere”

Insomma, non solo DESSERT con le pere ma…oggi parliamo proprio di un bel DESSERT che può essere gustato a fine pasto per digerire e non appesantire.


Può anche essere un’ottima merenda o una colazione alternativa; l’importante è non mangiarne mille (come verrebbe voglia di fare) perché le pere cotte sono super lassative :-)

INGREDIENTI

6-7 PERE
q.b. di vino rosso

PROCEDIMENTO

Lavate bene le pere e disponetele nella pentola; aggiungete VINO ROSSO quanto basta a coprire 2 cm di altezza della pentola.

Le pere, dunque, non dovranno essere sommerse di VINO.



Così il VINO rosso si ridurrà lentamente e diventerà un’ottima glassa con cui ricoprirete le pere.

Come VINO ROSSO vi suggerisco un vino corposo, magari dolce e non acido.

I tempi di cottura variano da una serie di variabili come: numero pere/maturità frutto/velocità fiamma.

Però un’ora calcolatela sicuro…e vi suggerisco di non lasciare il fuoco sempre molto vivo, ma di favorire una cottura più lenta e prolungata.


Lasciate anche il coperchio per almeno metà della cottura in modo da favorire una cottura omogenea di tutta la pera.

Per capire se la pera è cotta aiutatevi con una forchetta…esattamente come fate con le patate.

Lasciate raffreddare un pochino e, se potete, servite le pere tiepide.

Mi raccomando…NON DIMENTICATE di affogare LE PERE COTTE in quella squisita glassa di vino rosso che si creerà!


Non mi rimane che augurare a tutti BUONE PERE COTTE in PENTOLA al VINO ROSSO!

UnoSpicchioDiMelone

mercoledì 6 novembre 2019

CHIPS di CAVOLFIORE alla CURCUMA



Le CHIPS di CAVOLFIORE alla CURCUMA sono un contorno favoloso e sano.

Queste CHIPS sono ideali anche per un aperitivo o bruch che sia :-)

E’ tempo di BRASSICHE e, noi, dobbiamo assolutamente sfruttare il loro potenziale in cucina.

La grande famiglia dei CAVOLI, è risaputo, ha innumerevoli proprietà benefiche e sono consigliate in tutte le diete!


Un piccolo difettuccio??? Beh, sì…direi decisamente l’odore che rilasciano in casa durante la cottura.

Ma…SAPETE che è POSSIBILE RIMEDIARE a tutto ciò? Ebbene sì, basterà AGGIUNGERE buccia di LIMONE o un pochino di ACETO di VINO alla cottura dei cavoli.

In questo caso, nella teglia delle CHIPS di cavolfiore, ho aggiunto delle FETTE di LIMONE (ovviamente biologico) e sentirete che profumino per casa.


La CURCUMA è una spezia che adoro molto, mi piace consumarla in RADICE (o meglio, in RIZOMA) ma anche in POLVERE.

Per realizzare le CHIPS di CAVOLFIORE la CURCUMA in polvere sarà perfetta.

Un pizzico di sale, un filo d’olio e…le vostre chips di cavolfiore saranno pronte! Facile no?


 INGREDIENTI

1 CAVOLFIORE BIANCO
q.b. di CURCUMA in POLVERE
q.b. di SALE FINO (aromatizzato alle ERBE oppure, in alternativa, q.b. di aromatiche)
q.b. di OLIO extravergine di OLIVA
q,b. di SCORZA di LIMONE BIO
  
PROCEDIMENTO

Lavate il CAVOLFIORE ed iniziate a tagliarlo a LAMELLE. Io mi sono aiutata con la MANDOLINA.

E’ bene, in questo procedimento, partire dal GAMBO e non dalle infiorescenze.

Le infiorescenze del cavolfiore tenderanno, sennò, a rompersi.


 In una teglia da forno antiaderente (o coperta da carta da forno) aggiungete le LAMELLE di CAVOLFIORE e ricoprite di CURCUMA.


Salate in maniera omogenea ed aggiungete un filo d’olio. Mescolate bene, poi stendete le fette di cavolfiore possibilmente senza sovrapporle.

Cospargete con l’aiuto di una grattugia la SCORZA di LIMONE BIO, oppure è ideale anche delle semplici FETTE di LIMONE.

Oltre TOGLIERE L’ODORE SGRADEVOLE per casa, aggiungerà un AROMA buonissimo alle vostre CHIPS.

Infornate a 180-200 C (dipende sempre da QUANTO riscalda il vostro forno e, soprattutto, PRERISCALDATE bene il forno prima di infornare).


Dopo circa 20-30 minuti le vostre CHIPS saranno pronte per essere GUSTATE o meglio…DIVORATE!

Queste CHIPS di CAVOLFIORE alla CURCUMA sono una VERA DROGA…ahah fate attenzione :-)

Non mi rimane che augurare a tutti…BUONE CHIPS di CAVOLFIORE alla CURCUMA.

UnoSpicchioDiMelone

giovedì 24 ottobre 2019

PANCAKES alla ZUCCA – SENZA UOVA


I PANCAKES alla ZUCCA senza uova sono davvero speciali per una COLAZIONE completamente FIT :-)

I social IMPAZZANO di RICETTE CON LA ZUCCA, le bacheche di Instagram sono completamente intasate di ARANCIO ZUCCA.

Beh, ci sta poiché la ZUCCA è un ortaggio davvero speciale.

La ZUCCA, infatti, è VERSATILISSIMA in cucina; è ottima sia utilizzata nella realizzazione di dolci che di piatti salati.

La ZUCCA è assolutamente RICCA di BENESSERE e POVERA di CALORIE; infatti è consigliatissima nelle diete.

Inoltre, la ZUCCA ha una consistenza tale che si presta benissimo ad essere un OTTIMO SURROGATO alle UOVA.

Io personalmente amo le UOVA ma conosco persone intolleranti alle uova oppure che seguono diete rigide e, dunque, eliminano le uova per un determinato periodo dalla propria alimentazione.

Amanti o meno delle UOVA, vi suggerisco in questa ricetta di NON utilizzarle, proprio per il semplice motivo che c’è già la ZUCCA a fungere da “uovo” :-)

ATTENZIONE PERO’ perché TUTTO DIPENDE dalla CONSISTENZA della ZUCCA che utilizzerete.


Infatti, NON A CASO, consiglio di utilizzare la ZUCCA DELICA…avete presente qual è vero??? E’ quella VERDE fuori e ARANCIONE dentro.

La ZUCCA DELICA, anche conosciuta come ZUCCA MANTOVANA poiché largamente coltivata nella zona del mantovano, ha una polpa SODA e ASCIUTTA, oltre che molto aromatica e pregiata.

Quindi la PUREA di ZUCCA che ricaverete dalla DELICA sarà PERFETTA per i vostri PANCAKE e non dovrete ricorrere all’emergenza di aggiungere 1 uovo all’impasto.

Pronti con BOWL e MESTOLO??? Si parte con la RICETTA!


INGREDIENTI per 8-10 pancakes

150 g di purea di zucca (preferibile la ZUCCA DELICA)
60 g di farina 00
60 g di farina integrale
120 ml di latte
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaio abbondante di olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Io amo spesso cuocere la ZUCCA al FORNO, oppure cuocerla SALTATA in PADELLA con olio e sale grosso.

In entrambi i casi NON TOLGO LA BUCCIA alla ZUCCA, ma la lavo bene e cucino anche questa, così 1) non divento matta a spelarla e 2) MANGIO anche la buccia :-)

Quando cucino la zucca ne faccio spesso in esubero così, della zucca avanzata, ne conservo la POLPA per utilizzarla poi in altre ricette, come per esempio i PANCAKES.

Se DOVESTE però fare appositamente la pure di ZUCCA per fare i PANCAKES allora vi suggerisco assolutamente di CUOCERLA al FORNO.

La cottura al forno renderà più COMPATTA e meno acquosa la vostra POLPA di ZUCCA.


Detta questa premessa, UNITE la POLPA di zucca agli ingredienti sopraelencati, quindi farina + bicarbonato + latte + olio.

Suggerisco di aggiungere gli ingredienti gradatamente mescolando continuamente in modo da evitare la formazione di grumi.

NB Se vedete che l’impasto è troppo liquido (causa polpa di zucca poco compatta) allora sarà necessario aggiungere 1 uovo

Una volta che avete ottenuto un impasto liscio ed omogeneo potete iniziare la COTTURA, quindi scaldate bene la piastra sul fuoco, aggiungete un filo d’olio e, con l’aiuto di un mestolo, iniziate a cuocere i pancakes.


Se avete un mestolo grande, allora utilizzate MEZZO mestolo per fare 1 pancakes.

In pochi minuti i vostri pancakes saranno pronti e potrete gustarvi una meravigliosa colazione salutare.

Siccome questi PANCAKES alla ZUCCA senza UOVA non sono né salati né zuccherati potete tranquillamente sbizzarrirvi nel servirla accompagnata da MIELE e FRUTTA o…SALAME e FORMAGGI. :-)


Non mi rimane che augurare a tutti voi…BUONI PANCAKES alla ZUCCA senza UOVA.

UnoSpicchioDiMelone